Che cosa è l’energia solare termica?

kit solare termico

L’energia termica si definisce come quel tipo di energia che possiede materia grazie alla temperatura.

Il sole produce questo tipo d’energia in maniera assolutamente naturale e la forza da esso generata è definita “energia solare termica”.

La nostra vita quotidiana è ricca di fonti in grado di produrre questa particolare energia, in quanto, mediante installazione di pannelli solari termici (anche chiamati collettori), possiamo sfruttare questa ricchezza, per alimentare energeticamente case, uffici e anche fabbriche.

L’energia termica generata grazie ai raggi solari può essere infatti impiegata sia a livello domestico che a livello industriale. Se un utente privato potrà impiegare questa risorsa pulita per riscaldare l’acqua sanitaria che fuoriesce dai rubinetti e quella necessaria ai radiatori per produrre calore nell’ambiente, un’azienda potrà adoperare la forza termica solare per svolgere svariati processi di pulizia o di lavaggio industriale.

In commercio esistono moltissimi modelli di kit solari termici, ognuno con un proprio prezzo di vendita. A seconda delle proprie esigenze potremo pertanto orientarci su alcuni pannelli anziché su altri. In funzione delle intenzione potremo optare per strumenti per la produzione di ACS (acqua calda sanitaria), per il riscaldamento tramite caldaia e termosifoni oppure per pannelli che utilizzano istallazioni di energia termo-solare.

Si precisa da subito come l’energia solare termica risulta differente dall’energia solare fotovoltaica e, di conseguenza, anche i rispettivi pannelli, sfruttano l’energia del sole in maniera differente. Se un pannello solare termico sarà progettato per estrarre il calore proveniente dall’energia del sole, nel caso dell’energia solare foto-voltaica i pannelli potranno estrarre la carica elettrica dei fotoni e quindi generare elettricità.

I pannelli solari per creare acqua calda e riscaldare si potranno installare facilmente, di solito in combinazione con un accumulatore, la cui grandezza sarà proporzionata al consumo di ciascun appartamento. A conti fatti, sul mercato italiano il prezzo di un kit solare termico, sono ancora abbastanza elevati, a causa della scarsa diffusione di questa bellissima forma di energia completamente pulita.
Ogni abitazione unifamiliare o appartamento condominiale potrebbe sostenersi, a livello elettrico, grazie al posizionamento a tetto o sul balcone di pannelli di questo tipo, anche perchè si tratta di un tipo d’installazione abbastanza semplice.

Alcuni consigli per sfruttare al massimo l’energia

Anche se l’Italia risulta a tutti gli effetti un posto al sole, occorrerà seguire qualche piccolo accorgimento per rendere l’uso di questa energia sostenibile ancora più efficiente.

  • Installare sempre sulla parte più alta dell’edificio
  • montare il pannello verso sud
  • mantenere un’inclinazione approssimativa dei pannelli solari termici di 40°

Si considera come, per conoscere la migliore angolazione a cui installare il pannello a energia solare, bisognerà considerare la latitudine del proprio Paese. Nel caso specifico dell’Italia, un’inclinazione compresa tra 40° e 43° consentirà di approffittare al massimo della forza della stella nana più vicina alla Terra. La presenza di un accumulatore è necessaria per immagazzinare l’acqua calda da gestire nel corso del tempo, senza essere completamente a corto di acqua riscaldata per farsi la doccia, quando il cielo è coperto e nuvoloso.

Vantaggi di acquistare un kit a energia solare

 

Anche se spendere oltre un migliaio di euro tra costo del prodotto e spese d’installazione potrebbe sembrare per molti utenti abbastanza dispendioso sul piano economico, assicuriamo che installare pannelli solari termici, ancor più di quelli fotovoltaici, conviene moltissimo, ad una famiglia italiana. Il tempo di ammortamento per una spesa di questo tipo è di circa 2 anni, superati i quali, le vecchie bollette dell’enel, saranno un vecchio ricordo del passato.

L’enegia rinnovabile è praticamente infinita e rappresenta il futuro e anche il presente di una società avanzata. Peccato solo che gli unici ancorati ai combustibili fossili sembrano essere proprio i nostri governanti, i quali non sembrano offrire degli incentivi economici tali, da favorire la reale diffusione, capillare, su tutta la penisona italiana. I vuoti legislativi ancora esistenti, per quel che concerne la produzione autonoma di energia fotovoltaica, dimostrano come la strada verso una nazione autosufficiente dal punto di vista energetico è ancora molto ampia.

Dopo aver sostenuto l’abbattimento di centinaia di ulivi secolari, soprattutto in Puglia, avvenuto da parte di agricoltori che hanno affittato i propri campi per l’accumulo di energia alternativa, il governo italiano non sembra ancora intenzionato a garantire il diritto di ciascuna famiglia di produrre energia pulità da sé. La speranza per fortuna però, è l’ultima a morire..